14/11/2017

Vimercate, 14 novembre 2017 - ALE, che opera sul mercato con il brand Alcatel-Lucent Enterprise, è stata posizionata da Gartner tra le aziende “Visionary” nel report “Magic Quadrant for the Wired and Wireless LAN Access Infrastructure” pubblicato il 17 ottobre 2017 da Tim Zimmerman, Christian Canales and Bill Menezes*. Si tratta del sesto anno consecutivo in cui Gartner assegna questo riconoscimento ad Alcatel-Lucent Enterprise.

Secondo il report: “Un vendor collocato nel quadrante ‘Visionary’ dimostra una particolare abilità nel migliorare costantemente le funzionalità della propria offerta, fornendo un approccio unico e differenziato al mercato. Sono considerati ‘Visionary’ coloro i quali avranno portato innovazione, all’interno di un’azienda, in una o più delle aree chiave delle tecnologie di accesso (ad esempio convergenza, sicurezza, efficienza operativa e gestionale). La capacità di applicare funzionalità differenzianti attraverso tutti i diversi livelli di accesso condizionerà il loro posizionamento”.

Le novità del portafoglio networking Alcatel-Lucent Enterprise includono gli access point wireless OmniAccess Stellar, che consentono ad ALE di rispondere velocemente alle nuove necessità verticali e fornire una soluzione unificata e sicura che semplifica le operazioni IT. 

Alcatel-Lucent OmniVista® 2500 fornisce la gestione unificata LAN/WLAN offrendo accesso unificato e controllo delle policy attraverso le soluzioni OmniAccess Stellar WLAN e OmniSwitch. L’automazione è la principale caratteristica della tecnologia Intelligent Fabric Alcatel-Lucent Enterprise, in quanto consente l’auto-configurazione della rete al core e ai livelli di accesso, semplifica le operazioni di routine legate a spostamenti, aggiunte e modifiche, e riduce al tempo stesso i costi operativi e le complessità IT in misura variabile dal 30% al 50%. Nel 2017 ALE ha inoltre ampliato la gamma di prodotti OmniSwitch con uno switch “hardened access”, ideale per implementazioni IoT di tipo industriale o esterne.

Nel report si legge ancora: “Durante le indagini di mercato, le interazioni con i clienti, le survey è emerso che le nuove strategie di business che prevedono implementazioni IoT stanno portando a collegare un numero sempre più grande di nuovi endpoint alle reti di accesso aziendali. Questi nuovi dispositivi richiedono nuove capacità di rilevamento e posizionamento, nuove funzionalità di protezione e provisioning per il collegarsi alla rete (in quanto molti dispositivi IoT non sono dotati di tastiere o display), e nuove funzionalità gestionali. Queste nuove funzionalità devono necessariamente entrare a far parte di qualsiasi RFP relativa ai livelli di accesso; altrimenti l’organizzazione rischia di ampliare la superficie di rete potenzialmente esposta ad attacchi informatici a causa di dispositivi sconosciuti e non gestisti, oltre a non essere più in grado di rispondere ai requisiti dei livelli di servizio per gli utenti finali autorizzati”

Gartner, Inc., non promuove alcun vendor, prodotto o servizio menzionato nelle proprie ricerche e pubblicazioni, e non consiglia agli utilizzatori di tecnologia di scegliere quei fornitori con i punteggi più alti o con altre designazioni. Le ricerche Gartner contengono le opinioni dell’istituto di ricerca Gartner e non devono essere interpretate come dichiarazioni di fatto. Gartner rifiuta ogni garanzia, esplicita o implicita, in relazione a questa ricerca, compresa qualsiasi garanzia di commercializzazione o  idoneità per uno specifico scopo.

Il successo dei nostri clienti e i suggerimenti che raccogliamo da loro ci spingono a continuare a realizzare soluzioni networking di livello enterprise sempre più innovative. “Il posizionamento tra le aziende “Visionary” all’interno del prestigioso Magic Quadrant di Gartner, conseguito da ALE per il sesto anno consecutivo, è un eccezionale riconoscimento del nostro continuo impegno nel voler semplificare la vita di tutti coloro che lavorano in ambito IT. Le nostre soluzioni wired e wireless mettono a disposizione dei clienti una singola piattaforma per la gestione sicura della domanda di mobility in continua crescita, di ampiezza di banda e di sviluppo dell’Internet of Things.

Stephan Robineau, EVP Networking Business, ALE