L'architettura Wi-Fi a intelligenza distribuita offre una rete wireless altamente affidabile, scalabile e facile da gestire.

I controller WLAN (apparecchio o server montati su rack) funzionano con Access Point (AP) che recuperano il loro firmware e la loro configurazione dal controller WLAN fornendo un unico punto di gestione e un singolo punto di guasto per l'intera rete wireless. Il controller funziona anche come switch e come firewall per tutto il traffico wireless che lo deve attraversare. Questo è l'unico punto di controllo e di terminazione per tutto il traffico wireless.

Oggi è possibile virtualizzare il controller e tutte le sue funzionalità in modo distribuito negli AP stessi grazie ad un'intelligenza distribuita. Gli AP intelligenti e avanzati sono gestiti come un unico sistema o cluster e hanno piani di controllo e di invio dei dati distribuiti e coordinati.

Una soluzione di gestione unificata e di controllo distribuito elimina il controller precedentemente richiesto dalle architetture di distribuzione wireless, offrendo molti potenziali vantaggi alle organizzazioni e ai loro reparti IT.

wifi-vs-5g-whitepaper-thumbnail-it

Scarica il white paper

Il perché del Wi-Fi 6 - Presentato da Alcatel Lucent Enterprise

Guarda il webinar

Vantaggi

  • CAPEX più basso: le architetture basate su controller comportano elevate spese iniziali in conto capitale ed elevati costi di licenze e di manutenzione. Con un'architettura a controllo distribuito, il CAPEX è ridotto in quanto non è richiesto alcun controller.
  • OPEX più basso: nessun controller significa meno apparecchiature da far funzionare e gestire con diversi vantaggi OPEX:  rack più piccoli, meno fabbisogno di potenza e di raffreddamento, nessun costo di manutenzione (soprattutto per i controller di backup non utilizzati) e, praticamente, meno apparecchiature da monitorare da parte del reparto IT.
  • Aumento dell'affidabilità: in un'architettura centralizzata basata su controller, un guasto impatta tutto il traffico wireless, essendo il  controller il singolo punto di rottura dell'intera rete wireless. Per  minimizzare l'impatto è possibile aggiungere altri controller ridondanti, ma fronte di un investimento maggiore. Con un'architettura di controllo distribuita, questo non succede, in quanto non esiste un singolo punto di guasto.  La funzione del controller, infatti, non è più centralizzata ma condivisa tra tutti gli AP presenti nel dominio della gestione.
  • Nessun collo di bottiglia per il traffico e minore latenza: oggi ci si aspetta che la rete WLAN colleghi applicazioni che necessitano di molta banda e/o siano sensibili alla latenza. Nel corso degli anni, la tecnologia è migliorata per fornire livelli crescenti di throughput grazie agli standard IEEE 802.11a/b/g/n e ora 802.11ac. Con l'approccio di controllo distribuito, il traffico non è più collegato in tunnel alle apparecchiature centralizzate, ma direttamente allo switch Ethernet locale.
  • Migliore scalabilità: quando si raggiunge il numero massimo di AP che un controller può gestire, per implementare ulteriori AP è necessario aggiungere un controller. L'architettura di controllo distribuita offre una scalabilità decisamente migliore: non è necessaria alcun controlller, indipendentemente dalle dimensioni dell'implementazione.
  • Infine, ma non meno importante, l'architettura di controllo distribuita è certamente la via più breve per il futuro della tecnologia wireless aziendale: il cloud Wi-Fi.

Prodotti correlati
Documenti
Trova altro documento
Potresti essere interessato anche a...